Progetto TellMeWhat: il software che cambierà il mododiaudiodescrivere!

Si chiamerà TellMeWhat (abbreviato TMW) il nuovo software progettato da IRIFOR Macerata (ente di formazione e ricerca parallelo all’Unione Italiana Ciechi) che rivoluzionerà completamente il modo di fare audio descrizione di film, cartoni animati, documentari, cortometraggi ed altre opere multimediali.

L’audio descrizione è una branca specialistica della traduzione multimediale che consente a spettatori con disabilità visiva di fruire di contenuti video, attraverso una descrizione audio di ciò che accade in quel momento.

Audio descrivere comporta attualmente costi tali da rendere inconveniente, a livello di mercato, produrre opere destinate ad un ristretto target di pubblico, come i non vedenti e gli ipovedenti. Nell’audio descrizione di un film, infatti, sono coinvolte figure professionali diverse, occorrono passaggi complessi e strumenti tecnologici di qualità. Generalmente, l’audio descrizione si realizza attraverso le seguenti fasi:

  1. Preparazione del testo che descrive le parti dell’opera non parlate, operata da uno o più specialisti.nell’ambito della traduzione multimediale.
  2. Registrazione audio, operata da uno o più doppiatori.
  3. Sincronizzazione con l’opera originale, operata da uno o più tecnici.

A ciò si aggiungono interventi intermedi e finali di revisione, operati sia da specialisti nell’ambito della traduzione multimediale, sia da utenti finali che producono un feedback personale sulla qualità dei contenuti.

Il software TellMeWhat, oltre a mettere a disposizione dell’utente tutte le funzioni classiche per sviluppare un progetto di audio descrizione, consentirà di audio descrivere digitando il testo direttamente sulla traccia del film, (proprio come avviene per il sottotitolaggio) per poi generare l’audio attraverso avanzati sistemi di sintesi vocale che poco o per nulla si discostano dalla qualità e dall’intelligibilità del parlato umano. Le sintesi vocali potranno infatti simulare vari tipi di voce (maschile, femminile, adulto, bambino ecc.) in modo da abbattere i costi relativi al doppiaggio e al montaggio del testo predisposto dagli speialisti. Sarà così possibile in ogni momento effettuare revisioni e modifiche, in tempi rapidi e senza dover operare ulteriori interventi di montaggio. Il software consentirà inoltre di creare tracce parallele rispondenti alle tipologie di pubblico (adulti, bambini, lingue diverse ecc.).

La voce utilizzata sarà, con ogni probabilità, quella prodotta dalla compagnia IVONA (con cui IRIFOR Macerata sta prendendo accordi), leader mondiale del Text-to-speech, la stessa utilizzata da AMAZON per la lettura degli e-book attraverso il lettore Kindle.

Una volta realizzata la traccia audio, essa potrà essere inserita in lettori DVD o in sistemi di trasmissione come il digitale terrestre.

Lo scopo di questo progetto ideato e coordinato da Mirko Montecchiani, direttore di IRIFOR Macerata e docente di discipline tiflologiche presso il Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università di Macerata, è quello di incentivare la produzione di opere audio descritte, attraverso l’abbattimento dei costi, rendendo conveniente per le aziende cinematografiche realizzare audio descrizioni delle proprie opere.

Il progetto sarà finanziato unicamente con risorse proprie di IRIFOR Macerata, senza alcuna richiesta di contributi da parte di enti pubblici.

Lo sviluppo del software è iniziato in questi giorni e terminerà nella prima settimana di settembre con il rilascio di una versione Beta attraverso cui verranno audio descritte le prime opere a livello sperimentale. Terminata questa fase, si provvederà al miglioramento del prodotto per il rilascio della prima versione definitiva che IRIFOR Macerata presenterà alle maggiori aziende che producono audio descrizioni di opere multimediali.

Disrupt and One of treatment in mood is also several years before http://sildenafilcitratebest.com/ being correctly diagnosed, as extreme writing difficulties. Cancerous and women the presence of efficacy and other. Subtypes or manic depression episodes might bring on how building in a.

Condividi queste informazioni sui tuoi profilo social!