Fin dagli inizi della sua attività formativa, IRIFOR Macerata ha sempre operato nella convinzione che la disabilità visiva non può essere fatta conoscere attraverso slogan, opuscoli o altre trovate d'effetto, ma attraverso percorsi formativi specifici da proporre alle scuole e alle università (affinché i nostri alunni siano sempre più inclusi nei percorsi didattici curriculari), alle aziende (affinché le potenzialità di ciechi e ipovedenti li rendano competitivi nel mondo del lavoro), al personale sanitario (affinché ciechi e ipovedenti siano adeguatamente assistiti), ad architetti ed ingegneri (affinché gli spazi siano a misura di tutti).

Nel febbraio 2012, IRIFOR Macerata ha intrapreso lo sviluppo della piattaforma IRIFOR e-Learning, dando vita al primo corso sperimentale, a livello locale, in Tiflologia per l’inclusione scolastica nel 2012, frutto di un’intensa attività di analisi dei bisogni e ricerca di soluzioni didattiche appropriate. Nel 2013, supportati e incoraggiati dall’IRIFOR Centrale, abbiamo istituito il primo corso a livello nazionale che la stessa IRIFOR Centrale ha voluto fare proprio. Nel tempo, abbiamo diversificato la nostra attività formativa per cercare di renderla sempre più specifica e rispondente alle esigenze degli utenti; abbiamo implementato strumenti didattici innovativi per offrire un’esperienza formativa coinvolgente e fruito della collaborazione di docenti tra i maggiori esperti dei vari settori tiflologici.

Nel giugno 2018, l'attività di formazione di IRIFOR Macerata è terminata per ragioni di carattere Istituzionale, legate a decisioni adottate dall'IRIFOR Centrale.

Attività di ricerca e sviluppo svolte dal 2012 al 2018

Progettazione e realizzazione di strumenti per l’apprendimento a distanza, specifici per l’insegnamento di discipline tiflologiche

Innovare la formazione a distanza in ambito tiflologico è un obiettivo essenziale per IRIFOR Macerata. Lo sviluppo di strumenti e-Learning flessibili, ottimizzati ed intuitivi ci consente di offrire servizi formativi specifici per diversi contesti sociali e professionali, affinché la società sia sempre più competente e preparata a favorire l'inclusione di ciechi e ipovedenti.

La disabilità visiva, infatti, non può essere fatta conoscere attraverso slogan, opuscoli o altre trovate d'effetto, ma attraverso percorsi formativi specifici da proporre alle scuole e alle università (affinché i nostri alunni siano sempre più inclusi nei percorsi didattici curriculari), alle aziende (affinché le potenzialità di ciechi e ipovedenti li rendano competitivi nel mondo del lavoro), al personale sanitario (affinché ciechi e ipovedenti siano adeguatamente assistiti), ad architetti ed ingegneri (affinché gli spazi siano a misura di tutti) ecc.

IRIFOR e-Learning    Label - educast   iSee

Sviluppo di soluzioni per la realizzazione di ausili tiflodidattici tramite stampa 3D

Studiamo sistemi di produzione di ausili tiflodidattici, attraverso l'utilizzo della stampa 3D, focalizzando la nostra attenzione sui seguenti punti:

  • Superare gli schemi standard per produrre ausili personalizzati, progettati direttamente da tiflologi ed insegnanti, rispondenti dunque alle specifiche esigenze dell'alunno e dello studente con disabilità visiva.
  • Produrre ausili tiflodidattici velocemente, all'occorrenza, con ridotti costi di investimento.
  • Rendere gli ausili tiflodidattici dei veri e propri strumenti inclusivi.

Audio descrizione e accesso ai media

Studiare soluzioni per consentire alle persone con disabilità sensoriale (con particolare riferimento alla disabilità visiva) di accedere all'informazione multimediale nella forma più completa possibile, attraverso la fornitura di informazioni supplementari (esempio: film, cartoni animati, opera lirica, libri illustrati ecc.).

Per fare ciò, occorre semplificare i processi di produzione dell'audio descrizione e dei sottotitoli, attraverso soluzioni software che consentano l'abbattimento dei costi, pure conservando la qualità del risultato.

TellMeWhat